venerdì 6 novembre 2009

ECCO IL CAPITOLO 3!

Bentornati all'ascolto!

A breve distanza dal Capitolo 2 (che per l'occasione potrete rileggere rimasterizzato, con alcuni refusi eliminati e con il redazionale!), finalmente siamo lieti di presentarvi il
della nostra infame opera a fumetti!
Ecco qua sotto la bellissima copertina (che vi avevamo già mostrato), risultato della spremuta delle menti dello scrittore e del disegnatore. Cliccateci sopra e leggete, farabutti!

E dopo che leggete, lasciate un commento o un'offesa in lingua d'oc.

Intanto, giusto per allietarvi qualche minuto di più, vi piazziamo qua sotto i due "editoriali" che aprono gli albetti. Il colpevole è sempre il Pau, che ci mostra prima il suo lato amarognolo e poi il suo lato aspro. Uno sceneggiatore che ha più gusti del carte d'or, insomma.

INTRO CAPITOLO 2
ANNI

Un anno.
Quante corde spezzi, in un anno?
Quante note sbagli, quante accordature saltano, quante ottave sotto puoi arrivare?
E quante ore piene di prove da fare, concerti da affrontare, day after da vomitare...
Ma c'è un momento che ti fermi, ti accorgi che la chitarra è diversa, ha dei graffi che l'anno scorso non aveva, il ponte un po' scheggiato, un adesivo in più.
E allora ti alzi, prendi il plettro (un plettro nuovo fiammante, che quello dell'anno scorso l'hai rotto e ti è dispiaciuto per giorni) e ricominci a suonare.
Ancora e ancora.
Per un anno. O forse più.

INTRO CAPITOLO 3
EPPUR MI FAN CAGARE GLI U2

Come no. Se mi fanno cagare, mi fanno cagare.”
“Non puoi dirlo... Under a Blood Red Sky, War... sono ottimi dischi.”
“Sono dischi vecchi. E sopravvalutati.”
“Stai bestemmiando.”
“So quello che dico. Un rockettino sciapo, due o tre strofe banali, e poi avanti così per vent'anni.”
“Quindi gli U2 non sono serviti a nulla?”
“Come no? Sono serviti a fare soldi a palate, a regalare alle folle un nuovo messia politicamente corretto, eccetera.”
“Sei cinico.”
“Rea-li-sta. La parola giusta è realista. Un gruppo di ragazzini che ho visto l'altra sera ha più robe da dire. E robe più interessanti, oltretut”
TOC TOC
“Avanti”
“Eh-ehm, scusate se vi disturbo, signori, ma sono già le ventuno e trenta”
“Mmm, ok. muoviamoci.”
“Dove ho messo il plettro?.”
“A proposito, Edge... Me lo spieghi perché iniziamo la scaletta con quella merda di Breathe?”

5 commenti:

Michele Guerra ha detto...

sempre meglio! com'è andato il lucca comix?

Jean Claudio Vinci ha detto...

Ciao Michele, Lucca Comics positiva, bella esperienza come sempre! trovi un resoconto qua sotto... oppure nel mio blog! CIAO!

carlo ha detto...

splendido. complimentoni!

Anonimo ha detto...

Grazie carlo, sei splendido anche tu!
il pau

carlo ha detto...

ahahha no innamorarti troppo però